Cannamigo

Tel: +43 5574 209250 | Spedizione gratis da 25€

Che cosa sono i cannabinoidi? Cosa c’è da sapere su CBD, THC, CBG, CHC e molto altro

Che cosa sono i Cannbinoidi

I cannabinoidi sono un gruppo di composti chimici presenti nella pianta di canapa (Cannabis sativa). Degli oltre 100 cannabinoidi conosciuti, i più comuni sono probabilmente CBD, CBG, CBA e THC. I cannabinoidi sono un tipo di composti molto eterogeneo con proprietà diverse che si agganciano ai recettori del sistema nervoso e immunitario presenti nell'organismo, i cosiddetti recettori dei cannabinoidi (CB1 e CBD2).

Tipi di cannabinoidi

Sostanzialmente si distinguono 3 tipi di cannabinoidi:

  1. Fitocannabinoidi - cannabinoidi prodotti e presenti nelle piante.
  2. Endocannabinoidi - cannabinoidi prodotti naturalmente dall'organismo.
  3. Cannabinoidi sintetici - cannabinoidi prodotti artificialmente.

 

 1. Fitocannabinoidi

Sono i cannabinoidi presenti naturalmente nelle piante. La pianta di canapa è la più ricca fonte conosciuta di cannabinoidi, con un totale di 144 identificati finora, di cui CBD, CBG, CBD e THC sono probabilmente i più noti. La sola varietà di canapa Cannabis Sativa contiene più di 85 fitocannabinoidi, sostanze che non sono ancora state trovate in altre piante. I cannabinoidi della canapa si trovano principalmente nelle teste delle infiorescenze, la cosiddetta resina. Tuttavia, i cannabinoidi non si trovano esclusivamente nella pianta di canapa ma anche:

  • Echinacea (Echinacea purpurea)
  • Sambuco nero (Sambucus nigra)
  • Verbasco (Verbascum thapsus)
  • Camomilla (Matricaria chamomilla)

I cannabinoidi presenti in queste piante, usate anche per uso medicinale, mostrano in parte proprietà simili a quelle dei cannabinoidi presenti nella pianta di canapa ma con una concentrazione inferiore.

 

2. Endocannabinoidi

Sono cannabinoidi prodotti dall'organismo stesso, il più noto dei quali è l'anandamide. Questi cannabinoidi si agganciano a specifici recettori dei cannabinoidi (recettori CB) presenti negli organi del corpo, innescando una reazione nelle cellule. Gli endocannabinoidi sono essenziali per il funzionamento regolare dell'organismo e influenzano, tra l'altro, il sistema nervoso, il metabolismo e il sistema immunitario. Sono essenziali per il funzionamento regolare dell'organismo e influenzano, tra l'altro, il sistema nervoso, il metabolismo e il sistema immunitario.

 

3. Cannabinoidi sintetici

Comprendono composti chimicamente identici e varianti leggermente modificate di cannabinoidi fitoterapici. Di solito vengono prodotti esclusivamente in laboratorio. I cannabinoidi sintetici assomigliano al Δ9-tetraidrocannabinolo (THC) nella loro modalità d'azione e si agganciano ai recettori dei cannabinoidi nel cervello e in altri organi allo stesso modo del THC e dell'anandamide.

Come agiscono e cosa fanno i cannabinoidi?

Gli effetti dei cannabinoidi sull'organismo sono molto diversi: vanno dagli antinfiammatori agli antipsicotici e, per questo motivo, sono utilizzati in molti settori della medicina. Il CBD è il cannabinoide più studiato e viene utilizzato, ad esempio, per l'epilessia, il dolore cronico o la sclerosi multipla. Il CBG è anche già utilizzato in campo medico, ad esempio nel trattamento del glaucoma.

I cannabinoidi agiscono agganciandosi ai recettori del sistema nervoso e immunitario presenti nell'organismo, ovvero i recettori dei cannabinoidi (recettori CB). Esistono due varianti di questi recettori dei cannabinoidi:

Recettore CB di tipo I (CB receptor type I) e recettore CB di tipo II (CB receptor type II). I cannabinoidi si agganciano principalmente al recettore CB di tipo I, solo il THC si aggancia spesso anche al recettore CB di tipo II. Il recettore CB1 è responsabile per gli effetti sul sistema nervoso, il recettore CB di tipo II per gli effetti sul sistema immunitario.

I recettori CB si trovano sulle cellule nervose degli organi e del cervello. I cannabinoidi vengono assorbiti dai recettori dei cannabinoidi nella membrana cellulare che provoca un cambiamento nel metabolismo all'interno della cellula (vie di segnalazione). I ricercatori ora sanno che questo ha effetti diversi su processi fisici come la funzione immunitaria, la regolazione dell'appetito, la memoria e la percezione del dolore.

Il sistema endocannabinoide

L'organismo produce i propri cannabinoidi, gli endocannabinoidi. Questi sono essenziali per il funzionamento regolare dell'organismo e influenzano, tra l'altro, il sistema nervoso, il metabolismo e il sistema immunitario.

Il sistema endocannabinoide umano è stato scoperto solo negli anni '90, dopo che si è notato che il THC si lega ai recettori dei cannabinoidi nel cervello. Successivamente, il primo cannabinoide, ossia l'anandamide, è stato ricavato dai cervelli di maiale nella ricerca di cannabinoidi endogeni. L'anandamide è un endocannabinoide e si aggancia al recettore CB di tipo I. È ormai noto che il sistema endocannabinoide è presente in tutti i mammiferi.

A differenza di altri neurotrasmettitori, gli endocannabinoidi non sono immagazzinati nelle cellule, ma vengono prodotti solo quando necessario.

Che cosa sono i Cannbinoidi

 Fig. 1: Recettori 

I cannabinoidi più importanti in sintesi

CBD

Il CBD o cannabidiolo è il cannabinoide più importante e meglio studiato della pianta di canapa. Il CBD non ha effetti psicoattivi ed è quindi legale in molti paesi. Grazie all'interazione con il sistema endocannabinoide, il CBD esercita molteplici effetti. I consumatori CBD affermano che può aiutarli in caso di dolore cronico, disturbi d'ansia, depressione o semplicemente quando si rilassano. L'acido cannabidiolico o CBDA è il precursore del CBD presente nella pianta di canapa. Solo attraverso la cosiddetta decarbossilazione il CBDA viene attivato, cioè convertito in CBD e può essere assorbito dall'organismo.

THC

THC o tetraidrocannabinolo è il principio attivo più noto della cannabis e viene solitamente estratto dalla varietà di canapa "cannabis sativa l". Il tetraidrocannabinolo ha un effetto psicoattivo, può causare intossicazione ed è quindi il motivo principale per cui la cannabis è considerata una droga illegale in molti Paesi. I prodotti a base di canapa o CBD con meno dello 0,2% di THC possono ora essere venduti legalmente in molti paesi dell'UE. La canapa contenente THC è chiamata anche marijuana o erba. Questo cannabinoide può avere proprietà analgesiche, stimolanti dell'appetito e antispasmodiche di supporto e viene prescritto e sempre più studiato in ambito medico.

CBGA

CBGA o acido cannabigeroleico è il derivato acido carbossilico dell'olivetolo. Si forma nella biosintesi enzimatica della cannabis per condensazione del geranil pirofosfato e dell'acido olivetolo. Viene anche chiamato cannabinoide madre, perché è il mattone più importante per la formazione di THCa, CBDa, CBCa e CBG. È stato dimostrato che il CBGA protegge dall'infezione da corona virus impedendo il legame con la proteina spike.

CBG

CBG o cannabigerolo è ancora meno studiato, ma il suo uso è aumentato molto negli ultimi anni. Il cannabigerolo è presente soprattutto nelle giovani piante di canapa e viene poi convertito in cannabidiolo, cannabinolo e tetraidrocannabinolo. Il cannabigerolo può alleviare il dolore in alte concentrazioni e ha proprietà antibatteriche. A differenza di altri cannabinoidi come il CBD, riduce il flusso sanguigno, il che potrebbe aprire una serie di nuove aree di applicazione. Aiuta anche nel trattamento del glaucoma, in quanto riduce la pressione nell'occhio.

CHC

Il cannabicromene è un cannabinoide che, come il CBD, non è psicoattivo e ha un forte effetto analgesico e antinfiammatorio. Si dice anche che inibisca la crescita delle cellule cancerogene. Grazie a queste proprietà, la cannabicromene viene sempre più studiata e utilizzata per il dolore, l'epilessia o le infiammazioni. Anche il suo precursore, l'acido cannabicromico (CBCA), può avere un effetto antibatterico.

Ora ci sono diversi prodotti con CBD e CBG. Dagli oli o gocce di CBD agli estratti di CBD come le resine, i liquidi e le capsule di CBD o i cosmetici e gli unguenti a base di CBD. Molti prodotti contengono anche l'intero spettro di cannabinoidi e non solo il CBD isolato, poiché questi hanno un effetto migliore in interazione. Si tratta del cosiddetto effetto entourage.

A causa dello stato illegale della canapa e della scoperta tardiva del sistema endocannabinoide, la ricerca sulla natura e sugli effetti dei cannabinoidi è ancora limitata. Con l'aumento delle ricerche e degli studi, si prevede che la natura esatta dell'effetto e l'ampiezza delle possibili applicazioni saranno comprese molto meglio nei prossimi anni.

Carrello chiudere
Con coraggio e passione, sogniamo un mondo in cui la pianta della Cannabis e i suoi derivati siano socialmente accettati, e in cui la vita e la salute delle persone siano migliorate attraverso tutti i suoi molteplici usi.

Indirizzo

Am Fischanger 552
AT-6932 Langen bei Bregenz, Österreich

Con coraggio e passione, sogniamo un mondo in cui la pianta della Cannabis e i suoi derivati siano socialmente accettati, e in cui la vita e la salute delle persone siano migliorate attraverso tutti i suoi molteplici usi.

Indirizzo

Am Fischanger 552
AT-6932 Langen bei Bregenz, Österreich